A LETTER FOR YOU

…Perchè ogni tanto ho bisogno di sentirla vicina a me…
Per colmare il vuoto della mia presenza tra le sue strade, i suoi palazzi, i suoi negozi, i suoi taxi, i suoi profumi…
Perchè in lei vedo il mio futuro…
Vedo la mia casa al Village, con le scale fuori, su cui stare seduta ore a chiacchierare…
Vedo le corse a Central Park in primavera…
Vedo le passeggiate a Battery Park con la mia migliore amica al tramonto, a spettegolare di tutto e tutti… e fare come se il tempo aspettasse solo noi per passare e la vita stesse lì, impaziente di essere vissuta…
Vedo il mio lavoro, in un ufficio caotico e kitsch…
Vedo le mie ciambelle per colazione, e il caffè a litri…
Vedo locali in cui fare mattina, e cocktail pomeridiani da sorseggiare lentamente…
Vedo una foto da scattare dall'osservatorio dell'Empire, per spedirla agli amici e dir loro che è tutto vero, e che il mio sogno si è finalmente avverato…
Vedo strade da percorrere col naso all'insù…
Vedo una cena romantica, nel più romantico dei Natali…
Vedo tutto ciò che vorrei, e mille altre cose, mille altre scene davanti ai miei occhi, che aspettano solo di diventare aria da respirare, colori da ammirare, sorrisi e sguardi da incrociare, vita da vivere…

…Perchè ogni giorno che passa io so che sarà per sempre.
NEW YORK CITY I LOVE YOU.

A LETTER FOR YOUultima modifica: 2005-01-21T01:12:04+01:00da surya-8mile
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “A LETTER FOR YOU

  1. i MUFFIN per colazione! vengo anch’io!
    ho visto un film “dinner rush”. è un po’ palloso come film, si svolge tutto all’interno di un ristorante italiano newyorkese, però rispecchia fedelmente la way of life della city. dovresti affittarlo.
    ciao ciao. bob

  2. Secondo me hai una visione di New York troppo da telefilm! Non voglio assolutamente smontarti, ma la vita vera è diversa, non è fatta di tutte le cose che dici, quello è solo la trasposizione cinematografica della città! Andare a vivere all’estero, io l’ho fatto, non è tutto rose e fiori come sembra, è difficile e in più avrai davanti agli occhi una realtà non filtrata che è molto ma molto diversa da quella che credi che sia! Fidati, vivi nel paese più bello del mondo, come l’Italia non ce n’è e bada che io non ho niente contro New York, anzi, la visiterei subito, ma solo per una vacanza. Con questo però rispetto quello che scrivi, io dico così solo perché mi sa che hai idealizzato qualcosa che non esiste!

  3. tra tutte le cose ti sei scordata di vedere il visto o green card che dir si voglia per poter vivere negli USA… non per fare il guastafeste ma ti parlo piu o meno per esperienza semi-diretta visto che un mio amico sono un paio di anni che sta tentando di emigrare.. l’anno scorso nonostante avesse anche trovato lavoro non riusci a rinnovare il visto ed è dovuto tornare… ora sembra abbia deciso di volersi sposare un’americanna (meta amore e meta interesse), 2000 dollari e tempo sei mese dovrebbe avere matrimonio e visto provvisorio della durata di due anni da rinnovare in definitivo al termine dei due anni…
    quindi o ti dai da fare un po di piu o ti sposi un’americano oppure NY la vedi al max da turista 😛
    bye Bebo

  4. questa è proprio bella.Scusa,tu che fai tanto la saccente,ma sai di cosa stai parlando?New York non è una città,New York è uno stato dell’anima,New York è un concetto,un modo di vivere,un modo di essere.E’ solo capendo questo che ci si può permettere di dare dei giudizi,altrime nti tutto il resto è fiato sprecato.Non sprecare il tuo fiato,usalo per altri fini senz’altro più utili che stare a criticare chi non la pensa come te. Avere sogni non solo non è peccato,ma è l’essenza della vita.Surya questo l’ha capito,quanto ci vorrà a te per arrivarci?

Lascia un commento